Ascoli-Livorno, le pagelle: Lanni ci mette una pezza. Ninkovic da applausi

14.09.2019 18:00 di Manuel Fioravanti   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Ascoli-Livorno, le pagelle: Lanni ci mette una pezza. Ninkovic da applausi

LANNI 7: Chiude la porta prima su Mendes e poi, soprattutto, su Di Gennaro. Prestazione all’altezza quella del numero 1 bianconero.

PUCINO 6: Primo tempo abbastanza negativo, mentre nella ripresa da sfoggio di tutte le sue doti difensive con ottime chiusure.

BROSCO 6.5: Prova sempre positiva del leader della retroguardia difensiva che risulta insuperabile di testa. 

GRAVILLON 6.5: Si fa beffare un paio di volte in una gara che sarebbe stata da 7 pieno. La sbavatura nel finale poteva costar caro. Ma le sue doti sono indiscutibili.

PADOIN 6.5: Giocatore di un carisma unico, non ancora brillantissimo ma interpreta il ruolo alla grande in entrambe le fasi, risultando anche guida in campo dei suoi.

PETRUCCI 6.5: Prova più che positiva dell’interno di regia bianconero, che pasticcia solo nel finale di gara regalando fuoco alle piccole fiammelle di speranza amaranto. Fisicamente giocatore importante.

PICCINOCCHI 6.5: Geometra o ingegnere, resta il fatto che con ordine e disciplina non sbaglia un appoggio. La palla ad Ardemagni a metà ripresa è di alta scuola.

CHAJA 7 : Esterno di sinistra nel 442 di Zanetti, regala strappi di grandissimo calcio ed entra con prepotenza in tutte le reti dei bianconeri. Una grande risorsa !

GERBO 6.5: Il gol, la corsa, la foga, i palloni recuperati e il rischio del secondo giallo che, unito a qualche acciacco, costringono Zanetti alla sostituzione dopo dieci minuti della ripresa.

ARDEMAGNI 6: Sbaglia due gol per lui semplici, ma si danna l’anima per 96 minuti contribuendo a far alzare di tanti metri il baricentro dei suoi. 

NINKOVIC 7.5 : Prima mezz’ora di studio. Poi inizia a prendere il pennello e a dipingere calcio. Nella ripresa fa letteralmente spellare le mani ai suoi tifosi con giocate di alta scuola e il gol.

CAVION 6.5: Entra alla grande in campo disputando 35 minuti di immenso spessore.

ANDREONI 6.5: Bene. Bene . Benissimo. Chiusure, diagonali, uscite di palleggio e spinta costante sulla destra. Probabilmente Tesoro ci ha visto bene anche stavolta.

BRLEK sv

ALL.ZANETTI 7: Oggi 14 settembre 2019 nasce l’Ascoli dei palleggiatori. L’Ascoli conferma a tutti che si schiera col 4-4-2 con Ninkovic seconda punta a ispirare calcio e Chaja a sinistra a mettere in difficoltà la difesa amaranto con la sua freschezza. Ha avuto ragione piena nella scelta di Piccinocchi e nei due cambi che hanno dato risorse a iosa alla truppa.