ASCOLI - VENEZIA (1-1) Le pagelle dei bianconeri

02.11.2019 19:50 di Paride Paci   Vedi letture
ASCOLI - VENEZIA (1-1) Le pagelle dei bianconeri

LEALI - 6

Meno impegnato rispetto alle gare precedenti, non può far nulla sul goal di Zigoni

BROSCO - 6,5

La coppia difensiva continua a lanciare buoni segnali. Copre ene gli spazi e cerca, quando può, di improvvisarsi come play, cercando di far crescere la squadra

GRAVILLON - 7

Altra prova di carattere del giovane di proprietà del Sassuolo. Dopo Perugia mostra ancora i denti a Capello e Montalto, non lasciando spazi e vincendo ogni contrasto.

D'ELIA - 6

Zanetti lo preferisce a Padoin e lui dimostra di saper stare in campo, coprendo bene la sua area di gioco. Non cerca, però, di mettere qualcosa in più nella spinta offensiva, come l'ex Juventus, relegandosi ad un ruolo di mera copertura

PUCINO - 6,5

Ancora un'ottima prestazione dell'ex Salernitana. Zanetti lo schiera nuovamente e lui risponde presente, partecipando ad entrambe le fasi di gioco e diventando fondamentale anche nelle manovre d'attacco.

PETRUCCI - sv

CHAJIA - sv

PICCINOCCHI - 7

Partito in sordina, sta sempre di più scalando le gerarchie del mister, mostrando la sua qualità da regista ed una discreta tecnica, Detta i tempi del gioco bianconero e riesce a rimettere in ordine il centrocampo quando sembra aver perso la bussola. E' il calciatore che tocca più palloni del match, sinonimo di quando sia focale nella costruzione del gioco

CAVION  - 7

Tanta tanta corsa. Cavion mostra tutte le sue doti agonistiche, percorrendo la fascia destra come fosse un'autostrada. A volte la tecnica non è sopraffina, ma l'impegno nel buttarsi su ogni pallone c'è e lo dimostra anche il rigore guadagnato

ARDEMAGNI - 6

Il capitano gioca la sua solita partita di sacrificio, sbattendosi in ogni reparto di gioco. Nel secondo tempo, complice la stanchezza, cala d'intensità

SCAMACCA - 5,5

A Perugia aveva giocato bene, facendo la differenza, oggi compie un passo indietro, non facendo contare i suoi centimetri contro una difesa che ha mostrato debolezze evidenti sui calci piazzati. Poco incisivo anche nella costruzione del gioco

BRLEK - 7,5

Un faro. Capace di giocare in ogni zona del campo e mostrare una duttilità unica. Non solo dietro le punte ma, in questo caso, come filtro tra attacco e difesa. Un piccolo gioiello

DA CRUZ - 6,5

Non gioca la su miglior partita da quando è ad Ascoli, cadendo tropo spesso in errore per la smania di cercare sempre la leziosità di troppo. Ha il merito di accelerare la manovra dell'Ascoli e di segnare il rigore del momentaneo vantaggio

NINKOVIC - 2

Non stava facendo faville ma, con la sceneggiata messa in atto nell'occasione del calcio di rigore, mostra nuovamente tutti i suoi limiti caratteriali, litigando con il compagno e chiedendo la sostituzione. Frustrato, abbandona il campo ed i compagni prendendosi una bordata di fischi