L'Ascoli riparte: ora testa al mercato

23.06.2018 19:00 di Redazione TuttoAscoliCalcio Twitter:   articolo letto 822 volte
© foto di Federico Gaetano
L'Ascoli riparte: ora testa al mercato

Bellini resta, almeno per il momento. La trattativa con Bricofer non è andata a buon fine. La sensazione nelle ultime ore era infatti che alla fine non l'affare non sarebbe andato in porto e cosi è stato. L'Ascoli resta in vendita, ma i giorni passano e Bellini ha precisato come la dirigenza attuale si occuperà di riprendere le attività compresa quella del calciomercato. L'unico a lasciare è Andrea Cardinaletti per sua volontà.

CONFERMA COSI. Sarà Serse Cosmi il prossimo allenatore dell'Ascoli. Il tecnico perugino resterà alla guida dell'Ascoli dopo che, negli ultimi giorni, si erano fatte numerose voci in merito ai possibili sostituti. Da Bollini ad Oddo fino addirittura a Lerda. Ma nessuno di questi è stato mai vicino all'Ascoli. Nomi di fantasia, buttati li non si sa per quale motivo. Alla fine confermato Cosmi. Bellini lo ha ufficializzato ieri sera. Con la sua permanenza ad Ascoli, Cosmi resterà sulla panchina del Picchio.

RESTA ANCHE GIARETTA. Non solo Cosmi. Confermato anche Giaretta, veramente in bilico. Nel suo caso il nome di Guglielmo Acri era reale, ma solo in caso dell'avvento di Bricofer. Con la trattativa andata in fumo, anche Giaretta è stato confermato, nonostante lo stesso ds aveva rivelato a TuttoAscolicalcio.it di aver ricevuto offerte allettanti. Alla fine resta volentieri e ha già iniziato a lavorare per il futuro. Sono vicine le conferme di Mengoni e Cherubin dati per partenti, mentre invece è sfumato Pinto, giocatore apprezzato dal ds e dall'ambiente non riscattato in quanto operazione bloccata da Bricofer ormai però uscita di scena.

L'Ascoli riparte quindi con le sue certezze. Dal presidente al direttore sportivo fino all'allenatore. La società resta in vendita, ma almeno ora sappiamo come riparirà l'Ascoli in vista della prossima stagione. Le basi sono state messe, ora si deve pensare a lavorare per costruire una squadra che al momento palesa evidenti lacune in tutti i reparto. Poi, in merito alla vendita dell'Ascoli Picchio, solo con il passare dei giorni scopriremo se ci saranno acquirenti seri pronti a prelevare il club da Bellini. Fino a quel momento testa a lavorare e alla prossima stagione, con l'obiettivo di disputarla in modo meno sofferente rispetto all'annata conclusa con lo spareggio.