È il 25 aprile 1943 il Torino vince 1-0 a Bari e festeggia lo scudetto. Il secondo della sua storia, il primo di Valentino Mazzola e compagni. I granata vincono anche la Coppa Italia, mentre il campionato prosegue con gli spareggi per non retrocedere fino a giugno. Nonostante la Seconda Guerra Mondiale, il calcio continua fino al 25 luglio perché c’è da giocare la coppa post campionato di Serie C. Solo in questo momento il pallone in Italia si ferma veramente. È la prima volta che succede dopo il conflitto mondiale del 15-18.

Riprenderà il 4 dicembre 1943 a Roma con la gara tra Avia e i Vigili del Fuoco di Roma, in campo è presente anche Alberto Piccinini, giocatore poi della Juve e padre del telecronista Sandro. Iniziano i tornei di guerra che avrebbero visto trionfare i Vigili del Fuoco di La Spezia nel luglio 1944. Pochi mesi soltanto e partono i vari tornei regionali nel centro - sud, in verità mai terminati con un vincitore. Siamo già nel 1945 e ad ottobre, a guerra conclusa, riparte regolarmente il 44esimo campionato di Serie A. Lo vince ancora il Torino, che ormai è diventato Grande. Si laurea capocannoniere con 22 reti Guglielmo Gabetto. Sono stati dunque due gli stop durante il secondo conflitto mondiale, ma consistente solo il primo, quando il calcio si è interrotto per più di quattro mesi.

Poi il calcio non si è mai fermato così tanto. Ci sono state alluvioni e grandi freddi, terremoti e tragiche morti in campo o nelle tribune. Scioperi dei giocatori, ma mai interruzioni lunghe. Nel 1973 ci fu un’epidemia di colera tra il 20 agosto e il 12 ottobre in Campania, Puglia e Sardegna. Il campionato che poi sarebbe stato vinto dalla Lazio iniziò il 7 ottobre e proseguì regolarmente. Nelle settimane precedenti si erano giocate le gare di Coppa Italia. Il 16 settembre nella terza giornata del primo turno del girone F il Genoa si era rifiutato di giocare al San Paolo, il Comune di Genova si era opposto all’inversione di campo e così gli azzurri vinsero 2-0 a tavolino. E la coppa proseguì (l’avrebbe vinta il Bologna).

Sezione: Editoriale / Data: Sab 21 Marzo 2020 alle 13:41 / Fonte: IlFattoQuotidiano.it
Autore: Paride Paci
Vedi letture
Print