Serie B 2019/20: dove può arrivare l’Ascoli di Zanetti?

Un campionato che si preannuncia arduo e combattuto. Empoli, Chievo e Frosinone tra le favorite, occhio al Benevento, ma l'Ascoli di Zanetti stuzzica.
24.07.2019 00:00 di Damiano Boccalini   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Serie B 2019/20: dove può arrivare l’Ascoli di Zanetti?

Un campionato arduo, combattuto, avvincente. Sono questi gli aggettivi più utilizzati dagli addetti ai lavori per descrivere il prossimo campionato di cadetteria. Non una novità a dire il vero, visto che la Serie B negli ultimi anni ha sempre regalato maggiori emozioni rispetto a una lega maggiore che ad aprile/maggio ha già decretato la sua regina.

Un campionato orfano per la prima volta dopo anni del Palermo di Zamparini, da anni sempre in lotta per le posizioni che contano e di Brescia, Lecce e Verona che sono ritornate nell’olimpo delle grandi. Ma quali saranno le candidate a recitare il ruolo di protagoniste in questa stagione? Chi sarà una possibile outsider? L’Ascoli riuscirà a “banchettare” al tavolo delle grandi?

LE FAVORITE: Tra le candidate al titolo spiccano, senza ombra di dubbio, le tre retrocesse della Serie A: Frosinone, Chievo Verona ed Empoli. Proprio i toscani di mister Bucchi sono i candidati numero uno al ritorno nella massima serie, grazie alle cessioni “pesanti” di diversi pezzi pregiati come Bennacer, Krunic, Traorè Di Lorenzo e Caputo che serviranno a finanziare possibili colpi in entrata.

AL VERTICE: Benevento e Perugia, guidati da due campioni del Mondo come Inzaghi e Oddo saranno le certezze del nuovo campionato di cadetteria. I grifoni di Santopadre sono ormai un habitué delle posizioni di vertice e possono contare quest’anno anche sui gol di Re Pietro Iemmello. Gli stregoni, dal canto loro puntano su un’ossatura importante e sull’esperienza al timone di Pippo Inzaghi, chiamato al riscatto dopo una stagione con più ombre che luci alla guida del Bologna.

OUTSIDER: possibili sorprese della cadetteria potrebbero arrivare dal Pescara di Luciano Zauri, che solo pochi giorni fa ha ufficializzato gli arrivi di Chochev, Busellato e Maniero, dello Spezia di Vincenzo Italiano, che ha cambiato poco e può contare su una base importante e della Salernitana di patron Lotito, che mentre ufficializza Lombardi e Giannetti, continua a cullare il “sogno” Alessio Cerci.

“Non mi dispiace come si sta muovendo l’Ascoli”. Con queste parole l’ex tecnico del Palermo Roberto Stelllone ha parlato al sito Ilovepalermocalcio.com. Un’investitura importante per i bianconeri di mister Zanetti che con un mercato attento e oculato potranno sicuramente dire la loro in questa stagione. Un posto nei playoff? L'importante adesso è mettere benzina nelle gambe e iniziare la stagione col piede giusto, senza voli pindarici e obiettivi fuori portata. Sarà il tempo, complice inesorabile di ogni campionato, a dire se questo Ascoli sarà tra le sorprese del prossimo campionato di cadetteria.