Ascoli, ennesima sconfitta fuori casa!

18.01.2020 18:23 di Manuel Baiocchi   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Ascoli, ennesima sconfitta fuori casa!

L'Ascoli esce un'altra volta sconfitto da un campo che non sia il Del Duca, e stavolta in un modo molto discutibile.
Ma andiamo per ordine..
Zanetti, in evidente emergenza, schiera Gerbo terzino al posto di Pucino, e Valentini al posto di Brosco.
A centrocampo torna Piccinocchi, con Brlek e Cavion mezzale.
In avanti Da Cruz e Scamacca supportati dal nuovo arrivato Morosini.
L'inizio è decisamente horror, l'Ascoli pare subito in evidente difficoltà, e Pettinari al 5' minuto, sfrutta una frittata tra Gravillon e Valentini per ribattere a rete.
Il gol non scuote i bianconeri, che continuano subire il pressing dei giocatori del Trapani.
La scossa arriva al 32', quando Morosini, dopo un triangolo con Da Cruz, si sposta la palla sul destro, e con un tiro a giro fredda Carnesecchi.
Da qui l'Ascoli sembra entrare in partita, con un diverse importanti occasioni, quali il colpo di testa di Scamacca su cross di Gerbo, e la percussione di Morosini, conclusa con un tiro a fin di palo.
La squadra torna negli spogliatoi sul punteggio di 1-1.
La seconda frazione non potrebbe iniziare meglio, infatti Grillo trattiene Scamacca e ottiene la seconda ammonizione.
Occasione totalmente non sfruttata da parte dell'Ascoli che pare non essere rientrata in campo.
Lo schiaffo arriva al 66', quando Pettinari incrocia di testa e fa 2-1 per i granata.
L'ingresso di Beretta non scuote la squadra che prova timidamente ad avvicinarsi alla porta avversaria.
Alla fine in Trapani affonda il colpo di grazia con Luperini che infila da pochi passi dopo una grave disattenzione di Gerbo.. 3-1.
Entrano Matos e Diogo Pinto, che fanno il loro esordio in Serie B.
Al 94' Da Cruz commette la pazzia, entrata dura su Dalmonte e rosso diretto!
Non felice, mentre si dirigeva negli spogliatoi si scontra con i tifosi ascolani giunti a Trapani.
Triplice fischio, i siciliani battono per 3-1 un Ascoli a pezzi.
Da rivedere molti attegiamenti della squadra e del mister, che pare in evidente difficoltà.
Ora la palla passa alla società, che dovrà prima decidere cosa fare di Zanetti, e poi intervenire sul mercato portando almeno 2 centrocampisti di spessore.