CorrAdriatico - Ascoli vuol dire emozioni, tre ribaltoni e tanti gol

09.12.2019 18:00 di Redazione TuttoAscoliCalcio Twitter:    Vedi letture
Fonte: Corriere Adriatico
© foto di Andrea Rosito
CorrAdriatico - Ascoli vuol dire emozioni, tre ribaltoni e tanti gol

Il gol a tempo scaduto di La Gumina al Castellani come quello al 91' di Paganini che costò la beffa alla seconda giornata in quel di Frosinone. Il Picchio cade per la quinta volta in trasferta e incrementa, suo malgrado, una statistica piuttosto curiosa di questa prima parte di stagione in serie B. In tutte le gare fin qui disputate in campionato infatti, è accaduto solo cinque volte che la squadra ospite abbia chiuso in vantaggio il primo tempo ma che al triplice fischio a vincere sia stata la squadra di casa. E in ben tre occasioni su cinque, a essere stato coinvolto in questa statistica è stato proprio l'Ascoli: ma se contro il Cosenza al Del Duca al Picchio è riuscita l'impresa in positivo di rimontare dall'1-2 calabrese del 45' al 3-2 finale, nelle altre due circostanze sono stati i bianconeri a subire la rimonta e a essere beffati.

Era infatti accaduto già alla seconda giornata contro il Frosinone, con l'Ascoli avanti nel primo tempo grazie alla rete di Troiano e poi sconfitto dai ciociari nei minuti finali. È capitato nuovamente sabato al Castellani, con Brosco a illudere il Picchio al 45' e la coppia Balkovec-La Gumina a ribaltare il punteggio. Semplice casualità o un dato su cui riflettere? Ai lettori, a società, squadra e mister la scelta. Quel che è certo è che il mese di dicembre non è partito nel migliore dei modi per Zanetti, con il ko di Empoli che ha fatto seguito alla preventivabile sconfitta con il Genoa in Coppa Italia. Due prestazioni più che positive del Picchio, archiviate però con altrettanti ko che hanno regalato all'Ascoli tanti complimenti ma zero punti in classifica, né il passaggio del turno in Coppa. Quello di dicembre non è un mese fortunato per Zanetti, che da quando è allenatore vanta una media di 1.07 punti a partita in questo periodo: 3 vittorie, 5 pari e 5 sconfitte, già con il Cittadella sarà importante cercare di migliorare lo score. Il 4-2-fantasia visto dal primo minuto contro l'Empoli ha confermato il potenziale offensivo dei bianconeri, che però necessitano di maggior equilibrio nel reparto arretrato. Da un lato infatti i 24 gol segnati (1.6 a partita) rappresentano il terzo miglior attacco del torneo dietro solo a quello del Pescara (26) e della capolista Benevento (25), con l'Ascoli capace di andare in rete da sette gare consecutive (otto considerando la Coppa) e che ha siglato almeno un gol in 15 dei 18 match ufficiali disputati in questa stagione.