Roberto Stellone ha parlato della decisione presa di svolgere gli allenamenti a porte chiuse: "E' una mia scelta, ho sempre lavorato a porte chiuse, tranne un giorno a settimana, Voglio essere libero di gridare, parlare, senza il pensiero che qualcuno possa riportare all'esterno le cose che succedono in campo, ma questo non per mancanza di rispetto verso i tifosi, ma se devo cacciare un urlo ad un giocatore non mi piace che possa essere interpretato male e venga visto come un rimprovero, o che venga riportato sul giornale. Con la società ho deciso che un paio di giorni faremo allenamenti a porte aperte, dove cercherò di tapparmi la bocca e di non dire niente".

Sezione: News / Data: Sab 22 Febbraio 2020 alle 12:45 / Fonte: Corriere Adriatico
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print