Empoli-Ascoli, Zanetti: "Partita decisa da episodi. Squadra in crescita a livello mentale e sul piano del gioco"

07.12.2019 17:37 di Redazione TuttoAscoliCalcio Twitter:    Vedi letture
© foto di Carlo Giacomazza/TuttoSalernitana.com
Empoli-Ascoli, Zanetti: "Partita decisa da episodi. Squadra in crescita a livello mentale e sul piano del gioco"

Paolo Zanetti ha commentato in conferenza stampa la sconfitta contro l'Empoli arrivata in pieno recupero: "Era una partita aperta, quando si viene qua a non fare catenaccio può succedere di tutto. Abbiamo creato tante occasioni, hanno salvato gol sulla linea, il loro portiere ha parato di tutto, la partita è stata decisa da episodi. Quando si prende gol su palla inattiva mi incazzo sempre perchè ci lavoriamo molto, si rischia di lasciare punti per piccole disattenzioni. C'è stato un mezzo rimpallo e un tiro sbagliato, devo rivederlo. Anche col Genoa abbiamo preso un gol perchè non riuscivamo a rinviare. Ma la squadra a livello di mentalità di gioco ha fatto passi avanti rispetto a due mesi fa, non avevamo la forza di venire qui e fare la partita. Gli avversari sono forti, ma oggi siamo stati a lungo tratti padroni del campo e farlo qui non è scontato".

Meglio Ardemagni che Scamacca: "Si, ha avuto due occasioni nel primo tempo, cosi come Ardemagni nella ripresa. Hanno caratteristiche simili ma possono giocare insieme. Da Cruz? Distorsione alla caviglia ma speriamo niente di grave".

Balkovec ha fatto la differenza: "Viene dalla Serie A, hanno le loro armi cosi come ce l'abbiamo noi. Pensiamo alla nostra forza e a migliorare. Ho fatto i complimenti ai ragazzi perchè giocando cosi si perderanno poche partite. Non dobbiamo buttarci giù e credere maggiormente in noi stessi".

Brosco ha parlato di inesperienza: "Si, poi nel calcio c'è la regola che chi segna vince. Potevamo segnare e non l'abbiamo fatto, nella palla inattiva siamo stati disattenti e sfortunati. Ho visto due squadre in campo che hanno giocato alla pari, di fronte avevamo l'Empoli, è chiaro che non si gestisce il risultato andando dentro la propria porta".

Ti sei abbracciato con Muzzi: "Ho avuto un piccolo battibecco con lui, ma lo conosco e l'ho chiusa subito li".