CdS - L’uragano Ascoli abbatte Gilardino

11.08.2019 15:28 di Redazione TuttoAscoliCalcio Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
CdS - L’uragano Ascoli abbatte Gilardino

L’Ascoli supera agevolmente la Pro Vercelli, inferiore sul piano tecnico e in dieci per quasi tutta la ripresa, e accede al terzo turno di Coppa dove affronterà, domenica 18 agosto, sempre al “Del Duca”, chi la spunterà nel match fra Trapani e Piacenza, rivincita della recente finale playoff per la promozione in Serie B (conquistata dai siciliani) che si disputerà oggi.

I bianconeri, alla prima gara ufficiale della stagione, sono al completo. Il debuttante Paolo Zanetti lascia in panchina Scamacca e nel 4-3-1-2 in attacco è Da Cruz il partner di Ardemagni. In campo dal primo minuto anche Andreoni sulla linea difensiva e Brlek nei tre di centrocampo. La Pro Vercelli, con due tifosi di numero in curva, è molto rimaneggiata, in attesa di definire quella che sarà la rosa a disposizione dell’altrettanto debuttante Alberto Gilardino. Il nuovo allenatore dei piemontesi, che presenta un 4-2-3-1, in panchina ne porta infatti solo sette.

LA CRONACA. Alla prima vera azione della partita, non sono trascorsi nemmeno 7 minuti dal via, l’Ascoli perviene al gol. Cross dalla bandierina di Ninkovic, Ardemagni non ci arriva e alle sue spalle Brosco, che si conferma difensore goleador, in tuffo di testa schiaccia alle spalle di Moschin. L’Ascoli sembra poter fare un solo boccone dell’avversario, ma al 17’ Rosso si divora un gol davanti a Lanni su centro di Azzi. Il gol avrebbe riaperto il match e invece, legge non scritta del calcio, al 20’ è l’Ascoli che raddoppia con Da Cruz che sfrutta un clamoroso liscio di Quagliata. Poi al 33’ l’italo-brasiliano Azzi tira fuori dal cilindro un sinistro a giro sul quale Lanni non può fare nulla.

SECONDO TEMPO. Il risultato va in ghiaccio in avvio di ripresa. Al 9’ fallo in area di Volpe su Gerbo. Il primo, ammonito poco prima, rimedia il secondo giallo e va sotto la doccia. Dal dischetto trasforma Ardemagni. La Pro Vercelli continua a difendersi in dieci. L’Ascoli è in totale controllo della gara, cerca il poker con conclusioni dalla distanza ma lo trova al 28’ con Scamacca che gira in rete il centro di Chajia. Al 38’ è la traversa a dire di no all’incornata di Ardemagni e al 41’ è bravo Moschin alla sventola di Petrucci. Ma la girata di Scamacca al 42’ chiude il match sul 5-1.