CorrAdriatico - Dopo l'addio di Di Mascio è scattata la riorganizzazione delle giovanili

10.07.2019 14:00 di Redazione TuttoAscoliCalcio Twitter:    Vedi letture
Fonte: Corriere Adriatico
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com
CorrAdriatico - Dopo l'addio di Di Mascio è scattata la riorganizzazione delle giovanili

 L'addio di Cetteo Di Mascio, accasatosi al Teramo, ha determinato inevitabilmente una riorganizzazione delle responsabilità all'interno della società di corso Vittorio, dal momento che anche Niccolò Civita che fin allo scorso mese di giugno era stato uno dei coordinatori, probabilmente lascerà l'Ascoli per seguire Di Mascio in terra d'Abruzzo. Se il tecnico andaluso Guillermo Abascal sarà il responsabile tecnico della cantera' bianconera, Giammarco Marucchi è stato confermato come responsabile organizzativo. Ci sarà, poi, anche Edoardo Pane che nella passata stagione ha ricoperto il ruolo di direttore sportivo nella squadra laziale del Tor Tre Teste ottenendo dei lusinghieri risultati nei campionati giovanili e che ora approda all'Ascoli con il compito di fare da raccordo tra i soci ascolani e Pulcinelli. Nel frattempo, sempre per quanto riguarda le giovanili, la società da qualche giorno sta valutando la possibilità di coinvolgere anche nuovi profili di allenatore per far crescere anche il settore del calcio a 5, sia maschile che femminile. Una serie di incontri si sono già svolti ed altri si terranno nei prossimi giorni per cercare di arrivare ai nastri di partenza dei prossimi campionati con le idee chiare. Non dovrebbero esserci sorprese, invece, per quanto gli allenatori dei campionati giovanili che dovrebbero essere tutti riconfermati a cominciare da Luciano Cerasi, tecnico dell'Under 17, che da quando è ad Ascoli ha svolto un buon lavoro ottenendo dei risultati soddisfacenti. Potrebbe rappresentare un chance per i giovani bianconeri anche l'accordo di collaborazione che si sta concretizzando tra l'Ascoli Calcio e l'Alma Juve Fano grazie ad una fitta rete di rapporti tessuta dal presidente Giuliano Tosti insieme con quello granata Claudio Gabellini. In virtù di questo accordo, infatti, non è escluso che alcuni elementi della Primavera possano essere mandati a farsi le ossa a Fano e avere così la possibilità di confrontarsi sin da subito con un campionato professionistico. Nelle prossime settimane entrerà nel vivo anche il mercato dei giovani calciatori con tanti promesse bianconere che, dopo essersi ben distinte nei rispettivi campionati, sono ora finiti nel mirino di club importanti.