Tutto appeso a un filo. La Serie B rischia una grossa perdita se il campionato non dovesse riprendere, la valutazione di aggira intorno ai 200 milioni di euro tra sponsor e diritti tv. Andrebbero in difficoltà quasi tutte le società, se non tutte, e se dovesse ripartire ci sarebbero comunque perdite, anche se più contenute. Non ci sono ancora date, resta da vedere se sono ancora valide le ipotesi del 9 o 16 maggio, ma i tempi rischiano di allungarsi ulteriormente. Ai calciatori verrà probabilmente chiesto di decurtarsi lo stipendio per aiutare i club a ripartire e di tutto questo contesto ne fa parte anche l'Ascoli in quanto club di serie B. Il sodalizio bianconero, se il campionato non dovesse ripartire, tra stipendi dei calciatori e mancati introiti dell'incasso partita e dei diritti televisivi, rischia di avere una perdita di circa 7 milioni di euro, mentre se il campionato dovesse ripartire la somma si aggirerebbe intorno ai 2 milioni. Insomma in un modo o nell'altro ci sarebbe comunque una perdita importante per un club di serie B e di provincia come quello bianconero.

Sezione: Rassegna Stampa / Data: Mer 25 Marzo 2020 alle 12:00 / Fonte: Corriere Adriatico
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print