GdS - Cosmi compie i 60. Ma contro l’Avellino in regalo solo il pari

 di Redazione TuttoAscoliCalcio Twitter:   articolo letto 49 volte
Fonte: Gazzetta dello Sport
© foto di Federico Gaetano
GdS - Cosmi compie i 60. Ma contro l’Avellino in regalo solo il pari

A chi fra Ascoli ed Avellino sarà stato più utile l’1­1 della sfida salvezza di ieri al Del Duca lo diranno le ultime due partite. Nonostante la prestazione opaca, il punto consente comunque all’Ascoli di uscire dalla zona retrocessione. Meglio l’Avellino, soprattutto nel primo tempo quando però non ha avuto la testa giusta per tentare l’affondo e dare il colpo del k.o. ad un Ascoli poco convincente, lento a far girare palla, costretto a spendere troppe energie per avanzare col pallone solo di pochi metri, impalpabile in attacco. Cosmi ieri ha compiuto 60 anni, ma il punto è un regalo un po’ risicato. «Sono entrato in età senile, ma non sono rincoglionito, anche se la strada è più veloce di quello che pensavo, ma non per colpa mia. Per la verità ero più deluso dopo il pari con l’Entella. L’Ascoli è questo, ma non vuol dire che è una squadra scadente» ha puntualizzato.

LA GARA C’è stata partita solo nei primi 45 minuti con l’Avellino schierato con Vajushi e Molina più alti del solito e la piacevole sorpresa Wilmots. In sofferenza il centrocampo dell’Ascoli tanto che all’intervallo Cosmi ha sostituito Buzzegoli con Bianchi. Gli spunti di cronaca sono solo nei due gol nella prima frazione. Vantaggio irpino al 32’ con un colpo di testa di Castaldo su cross di Vajushi e pareggio al 44’ di Pinto, pronto a controllare in area e battere Radu. Da dimenticare la ripresa. Foscarini è contento solo a metà. «Abbiamo sbagliato sul gol loro eppure sapevamo che giocata avrebbero fatto. Peccato – ha detto – potevamo approfittare di un buon primo tempo, avendo più coraggio nell’andare sugli esterni a cercare la superiorità numerica». Ascoli e Avellino pensano a sabato. Bianconeri a Pescara ed Avellino in casa con lo Spezia, probabilmente senza Marchizza (sospetta distorsione al ginocchio). «Sia noi sia l’Ascoli abbiamo necessità di fare sei punti nelle ultime due partite, altrimenti niente di più facile che ci scontri ai playout» chiosa Foscarini. Cosmi vede il bicchiere mezzo pieno. «Siamo usciti dalla zona retrocessione e lo considero un passo in avanti importante».