GdS - Empoli senza soste. La quinta sinfonia per salire in vetta

11.02.2018 13:00 di Redazione TuttoAscoliCalcio Twitter:   articolo letto 37 volte
Fonte: Gazzetta dello Sport
GdS - Empoli senza soste. La quinta sinfonia per salire in vetta

L’ Empoli non vuole fermarsi più. Anche se stavolta non è bello e brillante come con Bari e Palermo, ma alla fine conta il giusto. Nel senso che a fare la differenza, invece, sono i punti e da quando c’è Andreazzoli sulla panchina toscana sono ben 16 in 6 partite, con 5 vittorie di fila. Il tecnico la sfida l’ha vinta con le scelte, rischiando Krunic (nonostante il risentimento muscolare) e mettendo Ninkovic per Donnarumma nell’ultima mezzora. È un bottino ricco, che permette ai toscani di agganciare in vetta il Frosinone (in attesa del Palermo domani). Per l’Ascoli, invece, una sconfitta dolorosa, frutto soprattutto della poca qualità e degli errori in ripartenza.

IL PALLEGGIO La vittoria empolese nasce soprattutto nella qualità in mezzo al campo. E’ lì che i palleggiatori dell’Empoli (Castagnetti, Bennacer, Krunic e Zajc) hanno fatto la differenza. Palla corta e palla lunga, con Krunic e Bennacer bravi ad andare dentro e Zajc tra le linee a creare gioco. Così è nato anche il gol del vantaggio (15’), dove lo sloveno ha inventato una palla bellissima (scavetto in verticale) per Krunic, che ha approfittato di un’esitazione di Gigliotti e bruciato Lanni in uscita con un tocco morbido. Poi l’Empoli ha deciso di gestire, senza mai provare a chiudere. E se c’è stato un difetto nella partita dei toscani è stato proprio questo, quello di accontentarsi troppo presto. Anche se, a onor del vero, già al 4’ poteva esserci un rigore (fallo di Buzzegoli su Krunic). Ma dopo il gol l’Empoli si è piaciuto un po’ troppo, trovando il raddoppio solo al 21’ della ripresa con Ninkovic, la cui conclusione da fuori area (a metà tra cross e tiro) ha sorpreso Lanni. Già, Ninkovic. Andreazzoli l’aveva scelto per dare sostanza alla squadra, lui l’ha ripagato con la rete del raddoppio.