GdS - Foggia cala il tris. Spazzato l’Ascoli

14.04.2018 10:00 di Redazione TuttoAscoliCalcio Twitter:   articolo letto 71 volte
Fonte: Gazzetta dello Sport
GdS - Foggia cala il tris. Spazzato l’Ascoli

Non si ferma più il Foggia, in grado di rifilare tre gol anche all’Ascoli, dopo i 4 di sabato scorso a Cremona. La squadra di Stroppa si rilancia in classifica a ridosso della zona playoff. Allo Zaccheria hanno riaperto il Luna Park i rossoneri, capaci di chiudere in meno di un’ora una sfida insidiosa. Il 3-0 finale è lo specchio di una sfida giocata a senso unico e quando è sembrato potesse riaprirsi, è stata chiusa dall’espulsione dell’ex Michael Agazzi. I bianconeri interrompono dopo quattro risultati utili consecutivi (tre vittorie e un pareggio) la rincorsa alla salvezza. Obiettivo primario per gli uomini di Cosmi, che ripartirà martedì contro il Parma. Dall’altra parte i rossoneri gongolano e sognano un finale di campionato esaltante. CHIAVE L’incontro è stato a senso unico: gioco, possesso palla e occasioni da gol. I moduli speculari hanno evidenziato pregi e difetti del 3- 5-2. Da un lato il Foggia ha dominato e a metà del primo tempo ha trovato il vantaggio sull’asse Davide Agazzi, Mazzeo e Deli. Azione tipo studiata in allenamento e ripetuta in maniera perfetta in partita. L’Ascoli non ha reagito e sul finire dei primi quarantacinque minuti ha subìto il raddoppio ad opera di Mazzeo, bravo a sbrogliare una mischia in area dopo un tiro svirgolato da Zambelli.

ESPULSIONE Cosmi ad inizio ripresa le ha provate tutte, lanciando Kanoute e Cherubin per Buzzegoli e Gigliotti. La serata storta dei marchigiani è rappresentata dall’occasione capitata a Monachello e smanacciata da Guarna in corner. Nel momento migliore dell’Ascoli, Davide Agazzi ha trovato una verticalizzazione perfetta per Deli, bravo a superare il portiere Michael Agazzi costringendolo al fallo da rigoreeall’espulsione. Mazzeo ha sbagliato il rigore, bravo Lanni a deviarglielo in corner. Dalla stesso angolo, però, Kragl e Loiacono hanno pescato il terzo jolly dell’incontro, chiudendo dopo un’ora di gioco la partita.

OBIETTIVI Sul 3-0 non c’è stata più partita. Lo stesso Cosmi si è arreso, dall’altra parte il Foggia non ha infierito. Stroppa ha fatto rifiatare nei minuti finali Mazzeo e Nicastro, in vista dell’infrasettimanale a Terni di martedì. «Non potevamo vincerle tutte… Venivamo da 10 punti conquistati in 3 partite, pensiamo al Parma. Bravo il Foggia a sorprenderci nel primo tempo», spiega Cosmi a fine gara. Dall’altra parte, Stroppa per la prima volta ha parlato di playoff: «A 49 punti la salvezza la ritengo conquistata, ora possiamo pensare ad un obiettivo più importante»