Cinque vittorie e cinque sconfitte, contornate da due pareggi dal sapore diametralmente opposto contro Perugia e Venezia. Si chiude così il (quasi) primo/terzo di stagione dell'Ascoli di mister Zanetti, a quota 17 in classifica e scivolato per la prima volta fuori dalla zona playoff dopo essersi addirittura seduto per qualche giorno sulla vetta della graduatoria di B come non accadeva da 27 anni. La sconfitta maturata allo Scida di Crotone ha confermato le difficoltà del Picchio lontano da casa: appena 4 i punti conquistati dai bianconeri in trasferta, gli stessi di Trapani (ultima) e Juve Stabia (terzultima) e meglio solo di Frosinone (3) e Livorno (1). Di gran lunga migliore invece il rendimento al Del Duca: 13 punti su 18 disponibili in totale, solo il Benevento (16) e il trio Frosinone-Pordenone-Crotone (14) hanno conquistato un bottino più ampio davanti al proprio pubblico. I giallorossi sanniti, in vetta alla classifica di B, fanno della difesa la loro forza: appena 8 le reti incassate, tutte le altre squadre hanno subìto minimo 12 gol (Cittadella, Frosinone e Cosenza) fino ad arrivare alle difese più perforate di Trapani e Juve Stabia (21). Non è un caso che l'estremo difensore del Benevento Montipò abbia tenuto la propria porta inviolata in ben 6 occasioni su 11 presenze (54.5%), anche se è Paleari del Cittadella ad aver effettuato più clean sheet in stagione, non subendo neppure una rete in 7 gare su 12 (58.3%).

Sezione: News / Data: Mar 12 novembre 2019 alle 18:00 / Fonte: Corriere Adriatico
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print