E se il calcio italiano ai tempi del Coronavirus prendesse come esempio quello che sta succedendo nella Bubdesliga? Nel campionato tedesco le squadre che partecipano alla Champions Leaugue, ovvero Bayern, Dortmund, Lipsia e Bayer Leverkusen, aiuteranno le più piccole sia della Bundesliga 1 che 2, rinunciando agli introiti dei diritti televisivi, ma anche con iniziative proprie dei club. Si parla di un totale di 20 milioni di euro da distribuire tra le società più piccole che andranno in difficoltà in maniera maggiore con la sospensione del campionato. Una soluzione che potrebbe essere riportata anche nel calcio italiano. «Tutto ciò che può dare aiuto alle piccole va sempre bene, anche se questa soluzione non credo sia fattibile da noi - ha detto il patron dell'Ascoli Massimo Pulcinelli in riferimento all'iniziativa delle quattro squadre della Bundesliga. Ma come fanno le grandi squadre ad aiutare se alla fine hanno più problemi delle piccole? Le misure devono essere altre, soprattutto se non si dovesse tornare a giocare».

Sezione: News / Data: Sab 28 marzo 2020 alle 12:00 / Fonte: Corriere Adriatico
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print