Con i grandi deve imparare a metterci qualcosa in più. Quando ha il pallone, Scamacca dà quasi l’impressione di voler selezionare il tipo di giocata, come se avesse una serie di file tra cui scegliere (e spesso sceglie la più complicata), finendo per sembrare un giocatore poco istintivo, soprattutto quando è più lontano dalla porta. Ma quando si avvicina all’area, la porta la vede eccome. Con l’Ascoli, già due doppiette in Coppa Italia e gol alla prima giornata al Trapani: stop, rientro sul destro e tiro da fuori .Anche Paolo Zanetti crede in lui: tre gare da titolare, le altre saltate per infortunio. Ora si va a casa del Chievo, Scamacca si porta dietro un po’ di polvere azzurra.

Sezione: News / Data: Mer 16 ottobre 2019 alle 12:00 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print