Di tutto quello che è successo sabato al Del Duca resta un forte dubbio: ma chi è il vice rigorista dopo Ardemagni? Il direttore sportivo ha dichiarato a fine gara che non ci sono gerarchie, ma il dubbio rimane. E se invece fosse stato proprio Ninkovic il vice rigorista dopo Ardemagni? La sua reazione, quando Da Cruz gli ha tolto il pallone dalle mani, fa ipotizzare proprio questo. Insomma non c'è pace in casa Ascoli, in fondo quando in una squadra ci sono giocatori estrosi il rischio situazioni del genere sono sempre dietro l'angolo. Due settimane fa era toccato a Da Cruz stare fuori per aver picchiato Gravillon, e l'olandese se l'era cavata con un turno di sospensione. Da Cruz a giugno tornerà al Parma, mentre per Ninkovic si profila la cessione addirittura nel mercato di gennaio, ma è chiaro che il suo cartellino a questo punto potrebbe avere un valore minore. Nel frattempo il giocatore ha staccato la spina da un ambiente che non vede più suo, anche a causa dei tanti insulti che gli arrivano prima di ogni gara dalle due tribune e che spesso, questo va detto, colpiscono anche il tecnico e gli altri giocatori. 

Sezione: Rassegna Stampa / Data: Mer 06 novembre 2019 alle 10:00 / Fonte: Corriere Adriatico
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print