Pulcinelli continua: «Sarebbe facile rispondere che perfino un grande uomo, imprenditore e presidente di club come Costantino Rozzi potrebbe aver compiuto degli errori di programmazione ma la verità è che Rozzi ha realizzato un'impresa che nei termini in cui si è verificata è irripetibile - dice ancora il patron dell'Ascoli - Io ho sbagliato molte scelte, ne sto pagando il prezzo in termini economici e sto operando per risolvere i problemi ed evitare che si ripetano. Ora chi scrive anche un articolo dove dice che l'Ascoli è in vendita. Io smentisco dicendo che contatti ci sono stati ma non è mia intenzione vendere. L'Ascoli è saldamente nelle mani di Massimo Pulcinelli, che piaccia o no. Nessuno è esente da errori, nondimeno mi interrogo sulle motivazioni di un accanimento mirato a colpire unicamente la mia persona che per i termini usati e per il momento storico in cui viene portato avanti non può non lasciarmi perplesso. Siccome sono solito presumere la buona fede delle persone con le quali mi confronto, mi rispondo che non può esserci altra spiegazione se non la mancata conoscenza della mia persona».

Sezione: Rassegna Stampa / Data: Lun 25 maggio 2020 alle 11:00 / Fonte: Corriere Adriatico
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print