L'Ascoli mette la museruola al Chievo, neutralizza gli attaccanti clivensi, domina per gran parte della gara ma non riesce a fare breccia nel muro veneto. Finisce 0-0, un pareggio sottoscrivibile alla viglia per il valore dell'avversario ma che lascia l'amaro in bocca. Salvo il passo falso con il Cittadella, la cura Sottil continua a dare i suoi lusinghieri frutti ma c'è il rammarico di avere sprecato troppe partite prima del cambio con Delio Rossi. L'Ascoli, infatti, resta tristemente all'ultimo posto in classifica, seppure ancora a tre lunghezze dalla zona playout e chiude il girone di andata con la miseria di soli 14 punti. Ora, nel girone di ritorno, ci vorrà un'impresa che è comunque alla portata della truppa di Sottil per agguantare una salvezza che fino a un mese fa era comunque solo un miraggio. 

Sezione: Rassegna Stampa / Data: Dom 24 gennaio 2021 alle 09:30 / Fonte: Corriere Adriatico
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print