Gli aiuti diretti ai lavoratori sono positivi, ma andrebbero "parametrati al reddito" dei beneficiari. In una memoria depositata in Senato, la Banca d'Italia invita il governo a ripensare i contributi decisi per l'emergenza coronavirus.

L'invito di Banca d'Italia vale sia per i 600 euro, che sosterranno i lavoratori autonomi; e sia i 100 euro che andranno invece ai dipendenti con reddito fino a 40 mila euro lordi. Misure che è difficile contestare in questo momento. Se però verranno confermate in futuri provvedimenti, questi aiuti andrebbero perfezionati in modo da raggiungere chi è davvero in difficoltà.

La memoria denuncia anche una mancanza. Nel decreto "non sono previsti interventi in favore della generalità dei dipendenti a tempo determinato e, più generale, di chi non trova un lavoro". A riportarlo è repubblica.it.

Sezione: News / Data: Mer 25 Marzo 2020 alle 21:38
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print