Ancora Cavion a salvare l’onore. D’Elia disastroso

22.12.2019 23:19 di Manuel Fioravanti   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Ancora Cavion a salvare l’onore. D’Elia disastroso

LEALI 5.5: Manca il suo contributo nell’avvio dell’azione che porta al 2-1. Piccola pecca che però risulta incisiva.

PADOIN 6: Lotta su tutti i palloni senza risparmiarsi. Esempio per alcuni compagni meno anziani e con poca mentalità.

D’ELIA 4: Prestazione a dir poco imbarazzante del terzino ex Bari. Nel primo tempo, nonostante stesse soffrendo le avanzate dalla sua zona, continuava a stare alto senza preoccuparsi della fase difensiva. E infatti i due gol portano la sua firma in negativo.

GRAVILLON 5: Spesso in ritardo e autore di alcuni falli inutili. Assente sul secondo gol.

BROSCO 6: Mette toppe finché può, regge l’euro ed è uno dei pochi. Sfiora anche la rete.

TROIANO 5.5: Soffocato dal pressing dei padroni di casa. Di lui si ricordano ben poche iniziative. 

CAVION 7: Corre per tre e segna il gol della bandiera. Ancora una volta il migliore in campo dei suoi.

BRLEK 6: Ha disputato una buona gara in fase di possesso palla. La sua sostituzione ci è parsa molto politica.

NINKOVIC 5: Altalenante, traccheggia palla al piede abbassandosi molto a centrocampo. Poi, dopo la sostituzione, il rosso, evitabile. 

ARDEMAGNI 5: La sua prestazione finisce a chi l’ha visto dopo quindici minuti di gioco e un improbabile tentativo di rovesciata.

SCAMACCA 5.5: Fa poco più del compagno di reparto. Sempre poco per farsi ricordare.

DA CRUZ 6: L’azione che porta al gol l’Ascoli è l’unica ma almeno lascia una nota.

CHAJA 5: Ingresso che tutto è meno che indimenticabile. Si vede ben poco dai suoi piedi.

BERETTA sv

ALL. ZANETTI 5: Niente da fare. Andamento dell’Ascoli snervante, dal momento che ogni qualvolta la squadra deve fare il salto di qualità, cade. Possibile che non si accorga della facilità con la quale gli avversari sfondano a sinistra e non richiami D’Elia a una maggior copertura ? Poco altro anche nella ripresa, con l’uscita di Brlek apparsa affrettata.