Michele Cavion sta vivendo con grande preoccupazione l’emergenza coronavirus. Veneto di Schio, ha tanti amici in una delle zone più colpite dal virus, Cremona, dove ha giocato per due anni prima dell’approdo in bianconero.  «Il mio primo pensiero va a tutte le persone che sono state colpite dal virus o hanno familiari coinvolti. Purtroppo a Cremona ho lasciato molti amici, Roberto era uno di questi, è stato magazziniere della Cremonese ed è morto. Ho un altro amico colpito dal virus, è uscito da poco dall’ospedale, non vede compagna e figlia da oltre un mese. La situazione in quelle zone è davvero critica».

Inoltre c’è il fratello Mattia che vive a Londra. «Da due anni studia e lavora lì. Ogni tanto, quando potevo andavo a trovarlo. In questi giorni anche lui è in casa perché le università e il luogo di lavoro sono chiusi. In Inghilterra non si aspettavano che il virus avrebbe avuto una portata tale e forse hanno un po’ sottovalutato il problema; da qualche giorno hanno iniziato a chiudere i luoghi di assembramento».

Sezione: News / Data: Lun 06 aprile 2020 alle 15:00 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print