Neri ha parlato degli stipendi e l'esempio della Juventus. «E' chiaro che ai club senza le partite non arrivano gli introiti dei biglietti, si va in difficoltà anche con la parte che riguarda gli sponsor. Come fanno allora le società a pagare gli stipendi? La Juventus ha fatto da apri pista. Se la sospensione è momentanea si può chiedere la riduzione del contratto ai calciatori, se il campionato verrà definitivamente sospeso si può chiedere la risoluzione. La Juventus è andata avanti per conto suo. Noi cercheremo al di la di tutto di seguire le regole, ma se un giorno dovessimo trattare con i nostri giocatori lo faremo in modo amichevole. Ritengo sia molto più giusto parlare di queste cose invece che pensare alla classifica a chi potrebbe retrocedere o salire, a salvare il proprio orticello, al mercato, come sto leggendo in questi giorni dove si parla anche di cifre esorbitanti incuranti delle difficoltà che stiamo vivendo e tutto questo mi sembra irriguardoso nei confronti di chi sta soffrendo. Ci sono cose più importanti da salvare e sono le vite umane». 

Sezione: News / Data: Lun 30 marzo 2020 alle 16:00 / Fonte: Corriere Adriatico
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print