Sfida salvezza al Penzo, dove il Venezia si porta a +4 sull’Ascoli vincendo lo scontro diretto. La prima mossa è dei padroni di casa: dopo 8 minuti Capello crossa verso la porta di Leali, che smanaccia e sulla respinta si fionda di testa Aramu, che infila con un pallonetto, cancellando l’errore su rigore col Pordenone. Subito dopo un rigore reclamato dal Venezia, al 24’ il pari ospite con l’ottavo col stagionale di Scamacca, che scappa in mezzo a due difensori, sapientemente pescato dalla trequarti da Ninkovic. Lo stesso Ninkovic che cinque minuti dopo ha la grande occasione per il raddoppio a un metro dalla porta, mentre al 13’ Brosco su angolo centra il palo. Così è il Venezia a passare: al 22’ punizione magistrale di Firenze appena fuori area che passa sopra la barriera e infila l’immobile Leali. Poco dopo aver rischiato il colpo del k.o., con Troiano che chiude Zigoni ben pescato da Firenze, l’Ascoli sogna il pari all’ultimo respiro, al 2’ di recupero, ma il cross di Andreoni finisce solo sul palo. E Dionigi trema.

Sezione: News / Data: Sab 27 giugno 2020 alle 08:00 / Fonte: Gazzetta.it
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print