Ascoli, la tiritera con Cacia non può bloccare il mercato

 di Manuel Fioravanti  articolo letto 1018 volte
© foto di Federico De Luca
Ascoli, la tiritera con Cacia non può bloccare il mercato

La telenovela Cacia si è aggiunta di un altro risvolto nel pomeriggio di ieri. Francesco Bellini ha ufficialmente sbandierato ai 4 venti che il bomber di Catanzaro non farà più parte del progetto Ascoli. Scelta coraggiosa, ma legittima se fatta da chi comanda. Non può essere però questa vicenda a bloccare il mercato bianconero. Il ds Giaretta ha già piazzato un importante colpo con Varela, e ha aggiunto alla rosa alcuni elementi di prospettiva come Santini e De Feo. Ma la squadra è ancora incompleta, e se l'obiettivo era quello di cercare di consegnare al duo Fiorin-Maresca la rosa quasi completa per il ritiro del 14, il tempo inizia a stringere per fare questo tipo di lavoro. Manca ancora la spina dorsale al Picchio, ovvero un difensore centrale di categoria, Adejo e Suagher sono i principali candidati, e un regista in grado di dettare i tempi. Con Buzzegoli, si potrebbe arrivare all'accordo la prossima settimana, quando il calciatore si libererà del Benevento. Manca in più un esterno di sinistra in attacco, con Fedato e Luppi candidatissimi a occupare quel ruolo, e c'è in più da considerare ancora la vicenda Favilli. Resta ? Non resta ? Bellini non ha saputo dare ancora la risposta.Il tutto, senza ovviamente considerare che ci sono altri vuoti ''secondari'' da riempire, come i due terzini che daranno concorrenza a Mogos e Mignanelli , e la questione Giorgi. Il tempo è tiranno, Giaretta deve sbrigarsi...