Stangata del Giudice Sportivo: tre giornate a Ninkovic

04.12.2018 18:34 di Redazione TuttoAscoliCalcio Twitter:   articolo letto 161 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Stangata del Giudice Sportivo: tre giornate a Ninkovic

Una vera e propria stangata si è abbattuta sull'Ascoli. Nikola Ninkovic è infatti stato fermato per tre turni dopo il rosso rimediato durante la gara contro lo Spezia. Tre giornate anche a Bidaoui anche lui espulso al Del Duca Questo l'elenco dei giocatori squalificati dopo la quattordicesima giornata:

SQUALIFICA PER TRE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA

BIDAOUI Soufiane (Spezia): per avere, al 24° del secondo tempo, a giuoco fermo, colpito con un pugno al petto un calciatore della squadra avversaria.

NINKOVIC Nikola (Ascoli): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; per avere inoltre, al 4° del secondo tempo, alla notifica del provvedimento di espulsione, assunto un atteggiamento intimidatorio nei confronti dell'Arbitro.

SQUALIFICA PER DUE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA ED AMMENDA DI € 2.000,00

COLOMBI Simone (Carpi): per avere, al termine della gara, mentre usciva dal terreno di giuoco, rivolto all'Arbitro un epiteto insultante, reiterando tale comportamento dopo la notifica del provvedimento di espulsione. 71/173

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

CURCIO Felipe (Brescia): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.

MAZZOCCO Davide (Padova): per avere commesso un intervento falloso su un avversario in possesso di una chiara occasione da rete.

ROMERO ESPINOZA Aristotelles (Crotone): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.

CALCIATORI NON ESPULSI SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

GHIRINGHELLI Luca (Cittadella): per comportamento non regolamentare in campo; già diffidato (Quinta sanzione).

JAJALO Mato (Palermo): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

MODOLO Marco (Venezia): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).