Quanto alla ripresa, nell’ultimo video riunione del direttivo di Lega si è cercato di ipotizzare un percorso di ripartenza: la speranza è quella di ricominciare gli allenamenti a inizio maggio per poi giocare le partite tre settimane dopo, con la consapevolezza e la disponibilità, da parte dei club, a scendere in campo ogni tre giorni ovviamente senza il pubblico sugli spalti. Una “road map” che da tempo caldeggia Oreste Vigorito, presidente di quel Benevento ormai padrone del campionato con 20 punti di vantaggio sulla seconda in classifica: «Sono d’accordo, ho già detto che ritengo si possa giocare anche nei mesi estivi per completare l’attuale stagione, e questo vale per tutte le categorie. Bisogna portare a termine il campionato non appena ci saranno le condizioni. Una volta terminato questo campionato e avuti tutti i verdetti, possono bastare anche 15- 20 giorni di vacanza prima di ripartire con il nuovo. D’altronde le squadre la sosta la stanno facendo adesso». I tempi, però, dovranno anche tenere conto del rientro dei giocatori e di eventuali quarantene: a Trapani, per esempio, dopo Jonathan Biabiany e Shay Ben David anche Stefan Strandberg ha lasciato la città ed è tornato in Norvegia. Nessuna fuga, sia chiaro. Ma da regolamento regionale, al loro ritorno dovranno osservare quattordici giorni di quarantena.

Sezione: News / Data: Gio 02 aprile 2020 alle 15:00 / Fonte: Tuttosport
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print