Leali 7: Le sue manone su Bajrami e Lamantia nel primo tempo tengono la rete inviolata laddove si rischiava di capitolare. Marchio indelebile sulla vittoria.

Pucino 7.5: Il miglior Pucino dell’anno. E anche il miglior difensore della linea arretrata. Partita sontuosa in fase difensiva, con Bandinelli che deve andare lontano per prendere palla, e impreziosita dalla perla che vale il raddoppio di Bajic.

Brosco 7: Perde Lamantia una sola volta in avvio, poi si erge a protagonista e ricaccia dietro gli avanti empolesi con qualità e aggressività ! Ammonito ingiustamente, verrà squalificato.

Avlonitis 6.5: Qualche sofferenza nella prima frazione di gioco, dove subisce anche un infortunio al ginocchio, ma nella ripresa sale di tono giocando con attenzione e pulizia. Prezioso.

Kragl 6.5: Quando Bajrami lo punta nell’uno contro uno, si trasforma in un terzino di vecchia scuola e lo limita. Zurkowsky invece lo sorprende due volte ma in inserimento dove Caligara doveva essere più attento. Partita comunque encomiabile.

Buchel 7: Che partita, che ordine, che sacrificio ! Serviva uno che mettesse il fiato al collo di Bajrami e Buchel lo fa, lasciandogli spazio per calciare in porta una sola volta. Metronomo ormai imprescindibile, ma la squalifica è in agguato e salterà Reggio.

Saric 7.5: Chilometri, forza fisica, strappi, visione di gioco in netta crescita. Saric ormai punto di riferimento, il suo non voler mollare mai rende dura la vita al compassato centrocampo degli azzurri.

Caligara 7.5: Mezzo voto in meno solo per le due volte estemporanee in cui Zurkowsky gli scappa avanti. Per il resto prestazione incredibile della mezzala ex Cagliari che sorprende gara dopo gara tutti quanti. La sua fisicità è acqua in un deserto per Sottil !

Sabiri 7: Primi venti minuti abulico, perde due palle strane, ma poi si mette a disposizione, corre, copre, inventa e contrasta. Sta completando la sua maturazione.

Dionisi 7.5: È il trascinatore dell’Ascoli. La linea guida dei compagni. Una partita di contenuti tecnici e emotivi incredibili. Casale prenderà appunti sul come marcarlo la prossima volta che lo affronterà. E il gol è una perla.

Bajic 8: Si. Perché è giusto così. Perché è vero che la difesa copre, la mediana contrasta e gli attaccanti devono sacrificarsi. Ma lui scrive pagine importanti di questa gara e di questo campionato. Gol a parte, il suo movimento costante risulta imprevedibile per gli azzurri che lo perdono. Grande gara.

Bidaoui 7: Subentra per spaccare e allungare ulteriormente la linea difensiva dell’Empoli e vi riesce con brio e accelerazioni costanti.

Eramo 6.5: Chiude la cerniera di metà campo con alcuni recuperi importanti e fa ripartire la manovra quando può.

Simeri 6.5: Gara di estrema lotta nel finale dove servivano il suo ardore e la sua foga. Ci si può contare.

D’Orazio 6.5: Bene il suo ingresso, quando Bajrami si inizia a spostare lì in quella zona rischia di essere pericoloso. Ma D’Orazio c’è.

All. Sottil 7.5: Artefice del successo, prepara una squadra che pressa i centrocampisti dell’Empoli in ogni dove, trasmettendo una carica agonistica fuori dal normale. Condizione fisica generale importante ora, ed era l’unico modo per supportare questo gioco col trequartista e le due punte.

Sezione: Pagelle / Data: Sab 01 maggio 2021 alle 16:15
Autore: Manuel Fioravanti
Vedi letture
Print