Leali 6.5: Anche quest’oggi, nel momento nel quale la gara era in bilico, mette le sue manone sul risultato con due ottimi interventi. Bene così.

Pucino 6: Sbaglia sul gol e gli vale mezzo punto in meno. Per il resto primo tempo di grande spinta e ripresa di contenimento con applicazione.

Brosco 7: Nel finale si erge a protagonista e sbarazza l’area di ogni pericolo. Guadagna i complimenti dei telecronisti di Rai Sport che lo danno migliore in campo. Per noi, non il migliore ma tra i migliori.

Avlonitis 6.5: Ahi ahi ahi ! L’infortunio della torre greca è l’unica nota stonata della serata. Per il resto, solita gara da barone rosso dei cieli dell’area di rigore.

D’Orazio 7.5: Straordinario. La palma del migliore va a lui. Crossa, marca, contrasta, attacca e mette a referto due assist che si uniscono a quello di sabato scorso. Devastante.

Buchel 6: Buonissima prima frazione di gioco a comandare le operazioni. Poi l’ingresso di Strefezza lo mette in difficoltà e Sottil preferisce toglierlo dalla contesa in quanto già ammonito.

Caligara 7.5: La miglior prestazione con la maglia bianconera e, al pari di D’Orazio, il migliore dei suoi. Non perde un contrasto e prova diverse volte la soluzione in porta. Sempre attento sulle seconde palle.

Saric 6.5: Canta e porta la croce in mezzo, e questo gli fa perdere lucidità nelle giocate. Ma il suo contributo lo mette sempre a referto.

Sabiri 7: Gol pregevole e gran lavoro per la squadra a schermare Viviani nel primo tempo. Nella ripresa perde di vista Missiroli ma dopo 60 minuti di quella qualità gli si perdona di tutto.

Dionisi 7: È il vero leader dell’Ascoli. Onnipresente , in attacco, in difesa, a centrocampo. Richiama i compagni a maggior attenzione e sfiora la rete con un pallonetto incredibile. 

Bajic 7: È l’uomo della provvidenza. Va via con una facilità impressionante ogni volta a Tomovic che lo risognerà stanotte. Sigla una rete con un movimento da attaccante vero e porta a quota 9 il suo bottino. Non male. 

Quaranta 6.5: Entra nello scampo finale, non si scompone, rischio zero e palle allontanate più possibile. Attenzione massimale.

Bidaoui 6: Entra per sfruttare le ripartenza a campo aperto e i suoi strappi, seppur improduttivi, allungano la Spal.

Danzi 6.5: Ottimo ingresso per il regista ex Verona che da un occhio di più a Strefezza e congela il pallone nelle fasi di gara concitate.

Eramo 6: Nel finale a far legna. Porta il suo contributo come sempre.

All. Sottil 8: La gara l’ha vinta lui schierando Baijc e Dionisi con l’idea di non farsi schiacciare dalla Spal. Il lavoro tattico che fanno i tre davanti è fondamentale per schermare Viviani e limitare le discese di Ranieri, che sul fondo ci va una sola volta. Gestisce la gara in corso con ottima  padronanza , indovinando ogni mossa (Danzi su tutti) e l’Ascoli ora torna a riveder le stelle.

Sezione: Pagelle / Data: Ven 16 aprile 2021 alle 23:23
Autore: Manuel Fioravanti
Vedi letture
Print