Che l'Ascoli non stia attraversando il più roseo momento di forma è cosa nota, considerando come nelle ultime sette gare sia arrivata una sola vittoria e ben quattro sconfitte. Dalla vetta della classifica accarezzata il 24 settembre scorso, si è scivolati fuori dalla zona playoff in poco più di un mese di gare. 
Eppure i numeri sono ancora dalla parte di mister Paolo Zanetti: 17 i punti conquistati nelle prime 12 gare, dal ritorno in serie B dei bianconeri nessun allenatore è riuscito a fare meglio nella medesima prima parte di stagione. Sono tanti i piccoli record detenuti dal Picchio targato Zanetti in questo avvio di torneo, oltre ovviamente a quello di aver fatto riassaporare all'Ascoli la vetta della graduatoria di B come non accadeva addirittura da 27 anni. Nessun allenatore era infatti riuscito a portare l'Ascoli al nono posto in classifica dopo 12 turni, nessuno era tantomeno riuscito a ottenere 5 vittorie (Vivarini si era fermato a 4) né a segnare addirittura 19 reti (media di 1,58 a partita): la squadra di Maresca e Fiorin, la migliore dopo quella di Zanetti per numero di gol realizzati, era arrivata appena a 13 centri (1.08 di media). I 17 punti attualmente in classifica sono dunque il miglior bottino assoluto dal ritorno in cadetteria dei bianconeri, visto che la scorsa stagione i ragazzi di Vincenzo Vivarini si erano fermati a 16: 4 vittorie, 4 pari e 4 sconfitte per il tecnico oggi alla guida del Bari, con l'Ascoli undicesimo in graduatoria a -2 dai playoff (oggi è a -1) e a +5 sui playout (gli stessi di adesso). Paolo Zanetti può inoltre vantare ben tre punti in più rispetto alla squadra guidata da Alfredo Aglietti: nel 2016/17 il Picchio era a quota 14 in classifica al termine delle prime 12 giornate, undicesimo a -4 dai playoff e a +2 sui playout. 

Sezione: News / Data: Mer 13 novembre 2019 alle 20:45 / Fonte: Corriere Adriatico
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print