L'Ascoli va avanti con Valerio Bertotto. La società ha deciso di proseguire con l'attuale tecnico nonostante in molti lo consideravano già fuori. Prendendo questa decisione, la società ha dato diversi segnali. Il primo quello di avere l'onestà di fare un passo indietro. Dopo la partita contro l'Entella infatti, Pulcinelli aveva parlato di 'esonero inevitabile'. Il destino di Bertotto sembrava segnato. Invece oggi il colpo di scena: Bertotto confermato per il lavoro svolto con grande professionalità.

Non solo. L'Ascoli ha preso questa decisione dopo giorni di riflessione anche con l'intera squadra. Il fatto che tutto il gruppo abbia confermato di essere dalla parte del tecnico è un altro segnale importante di coesione. La società non ha preso una decisione fulminea, ha riflettuto, si è consultata e poi ha confermato. Un altro segnale di maturità da parte dell'intera dirigenza bianconera.

Bertotto confermato quindi, la squadra e la società sono con lui, ma di certo ora serve un'immediata inversione di tendenza. L'Ascoli è partito male e di attenunanti ce ne sono. Ma è ora di svoltare, grazie anche alla positività trasmessa dalla società allo stesso allenatore e a tutte la squadra. Qualcosa non va altrimenti i risultati sarebbero diversi. Ora Bertotto dovrà capire cosa non funziona e aggiustarlo il prima possibile, sapendo che può contare su un gruppo tutto nuovo ma già compatto e voglioso di fare bene con i colori bianconeri. 

Sezione: Editoriale / Data: Mer 25 novembre 2020 alle 00:01
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print