Nonostante la buona prestazione contro il Venezia, il Picchio è nel pieno di una situazione da incubo: sei sconfitte nelle ultime sette gare, una sola vittoria (l’1 febbraio a Livorno) in un 2020 fin qui drammatico. E che inizia anche a essere stregato, vista la dose di sfortuna registrata venerdì contro gli arancioneroverdi. L’Ascoli ha bisogno di punti: tre per tornare a credere nella salvezza, almeno uno per il morale e per invertire il drammatico trend dell’ultimo periodo. Anche perché dietro non molla nessuno: il Livorno ospita il Venezia nell’ultimo disperato tentativo di restare agganciato al treno playout, i lagunari dopo il successo sul Picchio cercano l’exploit in Toscana per allontanarsi (quasi) definitivamente dalle zone calde. Ma occhi e orecchie dei tifosi bianconeri saranno indirizzati soprattutto sulla sfida tra Cosenza e Trapani. I calabresi, a quota 30, vanno a caccia del terzo successo consecutivo per tentare il sorpasso proprio sull’Ascoli e agguantare una zona playout che prima della ripresa del torneo sembrava impossibile. Il Trapani però non ha alcuna intenzione di svolgere la parte di vittima sacrificale: con 28 punti i siciliani sorpasserebbero il Cosenza in caso di vittoria nello scontro diretto. L’Ascoli deve necessariamente muovere la classifica, anche perché venerdì sera è in programma un’altra sfida salvezza proprio a Cosenza.

Sezione: News / Data: Lun 29 giugno 2020 alle 17:00 / Fonte: Corriere Adriatico
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print