Se la prima squadra riprenderà gli allenamenti mercoledì prossimo, è già al lavoro la Primavera di Abascal. Esaminiamo allora il percorso dei giovani bianconeri, una squadra che sta rifiorendo dopo gli ultimi anni passati al buio. Una Primavera che guida il suo girone del campionato Primavera 2, a suon di gol e bel calcio. Merito anche del lavoro che sta svolgendo il tecnico Guillermo Abascal, in poco tempo l'ex tecnico del Lugano è riuscito a dare un'impronta alla sua squadra facendola giocare un buon calcio e facendo emergere le caratteristiche di ogni singolo giocatore.
In testa dall'inizio
Abascal è arrivato all'Ascoli l'estate scorsa per guidare la Primavera, una squadra che dovrebbe sfornare i giovani per la prima squadra. Abascal è nato a Siviglia e ha 30 anni. La sua squadra fin dalla prima giornata si è appropriata del primo posto in classifica e non lo ha più lasciato, un primo posto che se mantenuto fino al termine della stagione varrà la promozione alla Primavera 1. Ma occorre riconoscere che Abascal ha trovato sulla sua strada giovani calciatori di prospettiva e tra qualche giorno potrà contare anche sul ritorno di un giocatore cresciuto nel vivaio bianconero: Davide Di Francesco: l'esterno destro offensivo promessa del vivaio bianconero, che dall'inizio di stagione milita nel Fano dove però ha giocato con il contagocce, torna alla base. Non giocando nel Fano sorge la necessità di un cambio di casacca, sia per il ragazzo che per l'Ascoli proprietaria del cartellino. Secondo regolamento però un giocatore non può essere tesserato da più di due società nel corso della stagione. Di Francesco ha infatti giocato con l'Ascoli in Coppa Italia e con il Fano qualche spezzone di partita, non può quindi essere tesserato da un terzo club, da qui il ritorno all'Ascoli. L'attaccante classe 2001, si allenerà inizialmente con la Primavera, poi strada facendo, secondo le necessità, potrebbe essere inserito nel gruppo della prima squadra, sempre restando nell'ottica Primavera, fino a giugno quando sarà ceduto nuovamente in prestito. Appare chiaro comunque che il ragazzo non è ancora pronto per giocare in B, come forse non lo era per la C. 

Sezione: Giovanili / Data: Dom 05 gennaio 2020 alle 14:00 / Fonte: Corriere Adriatico
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print