Tanta voglia e un grande cuore, così il Trapani ha riconquistato il Provinciale dove finora aveva vinto solo una volta. La squadra siciliana, ritemprata nel carattere e riequilibrata nel gioco da Castori, ha dovuto fare gli straordinari, costretta in dieci per tutta la ripresa per l’espulsione di Grillo. L’Ascoli ha pagato fin troppo le numerose assenze, ha impiegato mezzora prima di prendere campo ma nel frattempo il Trapani aveva fatto un gol con Pettinari, lesto a spedire in rete una corta respinta su conclusione di Luperini, e sfiorato due volte il raddoppio su conclusioni di Taugourdeau. L’Ascoli ha trovato il pari al 32’ su una ripartenza ben manovrata da Da Cruz e dall’esordiente Morosini. Il Trapani ha accusato il colpo e l’Ascoli per un quarto d’ora ha fatto valere la sua qualità a centrocampo.

In 10 si vince Nella ripresa, in 10, Castori ha ridisegnato il centrocampo comandando la partita.Al 21’ il 2-1 con l’ottimo Pettinari, di testa su cross di Moscati, e poi il 3-1 al 36’ su un tiro-cross di Taugourdeau che Luperini ha spinto in rete. Nel mezzo un tiro di Da Cruz (espulso al 47’ per fallo su Moscati: il club furioso col giocatore) respinto da Carnesecchi. Troppo poco per rimettere in piedi la partita. E Pulcinelli, patron dell’Ascoli, attacca Da Cruz: «Il suo comportamento ci obbliga a prendere definitivamente le distanze da lui».

Sezione: Rassegna Stampa / Data: Dom 19 gennaio 2020 alle 14:00 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print