Massimo Pulcinelli è intervenuto durante la diretta Facebook Gli Avvocati del Diavolo:

"Sono nuovo nel calcio, è il mio secondo anno. Credo probabilmente dobbiamo giocarci ora questo mini campionato e l'anno prossimo staremo a vedere. Non è corretto da parte mia parlare di programmi e ambizioni. La salvezza non è la mia ambizione, ma anche se abbiamo i presupposti per i playoff ora siamo in zona playout. Meglio non dire nulla, tanto più ad Ascoli. Basta fare autogol".

Sulla diatriba con Bellini: "Non c'è nessun problema con lui, io l'ho visto solo una volta".

I giocatori in prestito potrebbero avere la testa da un'altra parte: "Non credo, ogni ragazzo da sempre il massimo, non capita di essere sempre protagonisti, non conta essere in prestito o di proprietà".

Si riparte da zero, non possiamo escludere qualsiasi prospettiva: "Sono matematico e continuo a sognare. Poi sono d'accordo con il mister di pensare una partita alla volta. E' molto determinato. Io ho commesso degli errori, dopo la partita contro il Livorno non sono voluto tornare indietro con la parola che avevo dato a Stellone. Forse con Abascal potevamo avere qualche punto in più. Sulle ambizioni non dico nulla, in Ascoli è bandito".

Gli stessi giocatori volevano Abascal: "Si, era il mister che volevano. Ma avevo la parola con Stellone che ha avuto un contratto oneroso e non ha portato a nulla".

Perchè Abascal e non il ritorno di Zanetti: "Il sentore che ho avuto dai calciatori è che volevano questo mister e non Zanetti".

Ci sono novità sul direttore sportivo: "No non ci sono novità. Ci stiamo ancora accordando con Tesoro per la sua uscita, contiamo di accordarci questa settimana ma non abbiamo figure in testa. Speriamo di scegliere la persona giusta per l'Ascoli".

Sulla riduzione degli stipendi: "C'era un accordo di massima che si sarebbero ridotti una mensilità e mezza, faremo dei colloqui per confermare il tutto, non vedo problemi".

Cosa si aspetta nelle ultime undici partite: "Di vincerne una alla volta"

Dovrete fare le trasferte su due pullman separati: "Spero non ci sia anche questa incombenza".

Chi al posto di Lovato: "Credo che ci sarò io".

Sono previsti nuovi ingressi in società: "Non rispondo, il mondo intero vuole diventare socio dell'Ascoli, c'è interesse ma attualmente abbiamo il 90% delle quote, ma dovremo diventare proprietari del 100% quando usciranno i soci. Ripianieranno i conti e ci regaleranno le quote, cosi ci hanno confermato i diretti interessati".

Chi sostituirà Abascal nella Primavera: "Penseremo al settore giovanile tra un pò, ci sono tanti cambiamenti in atto in società".

Massimo Ubaldi avrà in futuro un ruolo diretto all'interno della società? "Chissà, ho molta stima per lui ma non ho ancora avuto modo di parlare con lui"​

Migliora il rapporto con la tifoseria: "Io sono rimasto male dopo Ascoli-Frosinone, le bombe carte e il resto. Ma sono convinto che sono poche decine, per tutto il resto c'è l'Ascoli buona che pensa all'Ascoli. Vorrei che l'Ascoli di calcio sia normale, dobbiamo essere sereni quando andiamo allo stadio a prescindere dai risultati. Poi anche io vorrei vincerle tutte".

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 02 giugno 2020 alle 21:40
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print