Leali 5.5: È vero che si riscatta col rigore. Ma il peccato mortale che indirizza la partita verso binari più consoni all’Empoli lo commette lui facendosi sorprendere sul suo palo da un piazzato di Balkovec. Un errore che un portiere esperto non deve fare.

Padoin 6: Applicato in fase difensiva, non esagera nella fase offensiva perché Balkovec è un cliente scomodo a cui deve dare un occhio di riguardo.

Brosco 6.5: Gol a parte, disputa una gara concreta e senza fronzoli. Cade nel finale ma prima aveva ricacciato tanti palloni aerei.

D’Elia 5: Senza dubbio il peggiore in fase difensiva. Sui numerosi traversoni avversari, mancano spesso le sue diagonali a coprire le marcature di Brosco e Gravillon.

Gravillon 7: Prestazione maiuscola del centrale sfortunato nel finale quando perde il rimpallo che costa la sconfitta.

Petrucci 5: Prendere la sua gara senza esaminare i due errori a inizio ripresa che costano pareggio e rigore non sarebbe giusto perché spostano la bilancia di parecchio. Altrimenti sarebbe stata veramente una buona prestazione. Occorre meno superficialità.

Cavion 6.5: Ancora una volta uomo ovunque dell’Ascoli. Lo trovi sul centro destra, poi centro sinistra. Poi in mezzo e poi sull’esterno, come in occasione del gol di Brosco. Irrinunciabile.

Chaija 5.5: Fastidioso ma fumoso. Troppe volte incespica con la palla nel momento cruciale. Deve essere più determinante nei momenti che contano.

Da Cruz 6: Mette paura alla difesa azzurra con un paio di accelerazioni, seppur a folate, che fanno stare sull’attenti l’Empoli. Poi esce per infortunio. Grave perdita.

Ninkovic 6: Nel primo tempo è sicuramente il più attivo dei suoi perché va a trovarsi la palla ovunque. Sforna assist di qualità calando poi nella parte finale e infatti viene sostituito.

Scamacca 5.5: Spreca una palla gol colossale su un cioccolatino di Ninkovic e un contropiede nel quale Cavion era in posizione favorevole. Passo indietro.

Brlek 5.5: Della sua gara resta un bel tiro parato da Brignoli e poco più. Senz’altro meglio da trequartista.

Ardemagni 5.5: Più vivo delle ultime circostanze ma manca di capitalizzare un paio di buone palle gol. Sull’ultima invero Brignoli gli fa il miracolo.

Gerbo 5.5: Non una grande qualità negli ultimi venti minuti di gioco.

All. Zanetti 5.5: Partita preparata in maniera impeccabile. Primo tempo in cui l’Ascoli gioca in maniera esemplare. L’infortunio di Da Cruz fa saltare il banco tattico e le contromisure prese sembra siano poco adeguate. In più, inspiegabile l’abbassamento della squadra in avvio di ripresa che costa il pari Empolese e il rigore. Deve correggere alcune leggerezze e alcuni atteggiamenti superificiali della squadra, che crea palle gol ma non pare essere molto granitica quando gli altri attaccano.

Sezione: Copertina / Data: Sab 07 dicembre 2019 alle 19:16
Autore: Manuel Fioravanti
Vedi letture
Print