Faraotti ha cosi parlato dell'Ascoli: "Secondo me in ogni società ci devono stare persone competenti, altrimenti non si va da nessuna parte. Nel calcio ci sono tanti personaggi che non hanno interessi come quelli del proprietario, e invece di risparmiare spendono. Io direi che 16-17 giocatori bravi in una squadra bastano, poi ci dovrebbero essere i giovani. Invece spesso ci si porta dietro contratti vecchi di giocatori che magari sono anche infortunati, ed ecco che si arriva a costi elevati. A questo deve fare attenzione, ma lui amministra una società molto grande come la Bricofer e sa come rimediare.Nella mia azienda ogni casella è occupata con gente che serve, il regista deve sapere come riempirle scegliendo persone capaci. Quando stavo nell’Ascoli volevo portare questa politica, non mi è stato permesso e me ne sono andato. Se Pulcinelli mi chiedesse un consiglio lo aiuterei, anche se non ne ha bisogno, ma quell’esperienza, di qualche anno fa, come azionista".

Sezione: News / Data: Dom 22 marzo 2020 alle 16:00 / Fonte: Corriere Adriatico
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print