Massimo Pulcinelli ha detto la sua sulla crisi sanitaria dettata dal coronavirus e quindi le conseguenze economiche anche sulle società di calcio: «In A la cassa integrazione sarebbe ridicola vista la portata degli ingaggi, in B e C può avere un senso. Occorrono pure altre misure: contributi straordinari vista l’eccezionalità della situazione e rivedere una redistribuzione dei diritti tivù per la tutela dell’intero movimento».

Sezione: Primo Piano / Data: Ven 27 marzo 2020 alle 08:39
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print