Il pochissimo tempo a disposizione tra l'ufficializzazione dell'incarico come nuovo allenatore ed il primo impegno sul campo rende la gara del Penzo una vera sfida per Davide Dionigi, deciso tuttavia a non sfigurare al suo esordio. Il tecnico emiliano, subentrato mercoledì a Guillermo Abascal, nella conferenza di presentazione ha voluto porre l'accento sulla reazione di orgoglio che si aspetta dalla squadra: "Un orgoglio che ci deve portare a venire fuori da questa situazione, che Società e tifoseria non meritano. La squadra è reduce da cinque sconfitte nelle ultime sei partite, quindi l’aspetto mentale diventa fondamentale". In termini tattici, si va verso l'impiego di una difesa a tre con Gravillon, Brosco e Ranieri, ed un nutrito centrocampo a cinque con Eramo, Cavion e Troiano nel cuore della mediana, a supporto delle due punte. In alternativa, l'assetto avanzato potrebbe prevedere due rifinitori -probabili Morosini e Ninkovic- alle spalle di Scamacca. Indisponibili per il Picchio Rosseti, Pucino, Beretta e Piccinocchi.

Sezione: News / Data: Ven 26 giugno 2020 alle 17:00
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print