La crisi del gol che sta affliggendo l'Ascoli nelle ultime giornate è evidente. Nelle ultime tre partite, l'Ascoli è andato a segno una volta sola, con il rigore di Dionisi in pieno recupero contro il Frosinone. Un passo indietro enorme dei bianconeri che, proprio con l'arrivo di Dionisi, hanno migliorato pesantemente l'attacco, tanto che nelle prime due uscite dal suo arrivo, l'Ascoli riuscì a segnare due gol al Brescia e 2 gol al Lecce, proprio con Dionisi protagonista grazie alla sua doppietta in Salento.

Nelle ultime partite però, l'Ascoli ha perso un pò del suo smalto offensivo. L'assenza forzata di Bidaoui si fa sentire in quanto l'Ascoli manca di imprevedibilità. Sottil ha provato a schierare Bajic in coppia con Dionisi, ma per il momento i meccanismi e l'intesa tra i due non c'è. In molti pensano che possano giocare insieme, ma si è visto che i due rischiano spesso di pestarsi i piedi. In aggiunta, la condizione di Bajic non è delle migliori, è questo influisce in modo negativo anche sull'intesa con Dionisi che ora non c'è.

Sabiri potrebbe essere l'arma in più, ma il giocatore con maggiore fantasia dell'Ascoli non sta attraversando un buon periodo. Eppure, proprio dai suoi piedi, dovrebbero nascere le azioni migliori, le palle che ogni attaccante desidererebbe ricevere e che invece ne Bajic ne Dionisi stanno ricevendo. Sabiri non è al top e va in sofferenza quando trova davanti a se una marcatura fissa se non doppia. Ma serve anche da parte sua un passo in avanti, una inversione di tendenza che deve arrivare il prima possibile per tornare a fare gol. Stiamo entrando nel clou della stagione, ogni punto pesa come un macigno, l'Ascoli non può più lasciare nulla al caso e, soprattutto, deve tornare a fare gol e a vincere.

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 23 febbraio 2021 alle 13:30
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print