Non ci sono dubbi: servirà tutto un altro Ascoli contro il Vicenza per mantenere vive le speranze di salvezza. Nessuno si aspettava una prestazione cosi opaca da parte dei bianconeri contro il Cosenza. La squadra arrivava da risultati positivi, c'era entusiasmo e soprattutto sembrava ci fosse la convinzione di andare a vincere quello che era uno scontro diretto fondamentale per il cammino del Picchio.

Abbiamo visto tutt'altro. L'Ascoli molle, approccio sbagliato alla partita e poco mordente. Squadra fiacca, che ha fallito una partita importantissima in chiave salvezza. Il Cosenza ha allungato, mentre il Pescara ne ha approfittato avvicinandosi e tornando in corsa per la permanenza in B. La corsa dell'Ascoli si è complicata e per non cadere nel baratro della C serve un'immediata inversione di marcia.

L'Ascoli deve tornare ad essere una squadra cattiva a livello agonistico, con mordente e grande determinazione. La società non è soddisfatta tanto da mandare la squadra in ritiro subito dopo il rientro da Cosenza. C'è bisogno di fare gruppo all'interno della squadra, di capire che il momento oltre ad essere delicato è anche decisivo. C'è bisogno di unità, ma anche di scendere in campo con l'atteggiamento giusto, altrimenti sarà molto improbabile per l'Ascoli evitare la caduta in serie C. 

Sezione: Primo Piano / Data: Dom 04 aprile 2021 alle 08:00
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print