L'Ascoli sarà di scena questa sera al Del Duca contro il Pisa di D'Angelo alle ore 19, in un turno infrasettimanale che riveste un'importanza capitale nell'economia del campionato. Sottil ha recuperato gran parte della rosa tranne Oliver Kragl, che è ancora alle prese con il fastidio al ginocchio e, vuoi o non vuoi, rappresenta comunque una tegola per la corsia di sinistra, vista l'esperienza e il carisma del tedesco. Servirà in primis massima concentrazione e attenzione, l'Ascoli non può permettersi ulteriori sbavature vista la difficile situazione di classifica e, soprattutto, non può sbagliare l'approccio e subire sempre il primo schiaffo per ribattere. Vincere in rimonta è difficile e porta via energie nervose e lo si è visto bene. Quindi è necessaria massima accortezza e assoluta dedizione ai compiti che il mister assegnerà, oltre che una maggior serenità nelle giocate che si andranno a fare. Capitolo formazione : diversi i ballottaggi. Pinna e D'Orazio si giocano un posto sull'out di sinistra, con l'opzione di poter far giocare Pucino a sinistra qualora il terzino ex Cagliari dovesse essere preferito a quello ex Bari. In mezzo conferme pressochè certe per capitan Brosco e per Anastasios ''Tasos'' Avlonitis. Linea di mezzo : Buchel è pronto a riprendersi il suo posto in cabina di regia, con Saric centro destra e Caligara sul centro sinistra. Quest'ultimo, è in ballottaggio per una maglia con Danzi e Eramo. Sabiri e Dionisi praticamente certi del posto, con loro il terzetto d'attacco potrebbe essere composto da Bajic,favorito su Parigini per una maglia da titolare. Bidaoui, recuperato, è pronto per una maglia a partita in corso, non avendo una tenuta di 90 minuti nelle gambe.

Sezione: Focus / Data: Mar 02 marzo 2021 alle 09:13
Autore: Manuel Fioravanti
Vedi letture
Print