Paolo Zanetti è tornato a parlare di Ninkovic e delle sue scuse dopo quanto successo a Cremona: "Il discorso di Ninkovic è che la squadra conosce, la reazione sbagliata che ha avuto dopo il cambio, è una reazione che lui ha anche in allenamento, quando perde la partitina. Deve imparare a controllarsi. In conferenza sono stato chiaro, aggiungo che non deve passare il messaggio che io accetto qualsiasi cosa o che mi lascio mancare di rispetto dai giocatori. Loro sanno come stanno le cose. Se Ninkovic mi avesse mancato di rispetto oggi sarebbe fuori rosa. C'è un limite a tutto, ha mancato di rispetto alla società, all'ambiente Ascoli, la società l'ha multato ed è finita cosi. Lui è un giocatore di talento che non si tocca, farò una lotta personale con lui, Chajia, Da Cruz e gli altri in modo che quando non hanno la palla loro si possano rendere utili. Anche il centrocampo deve assisterli, non dobbiamo perdere talento ma trovare gli equilibri giusti".

Sezione: Focus / Data: Sab 05 ottobre 2019 alle 19:00
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print