Il nuovo Ascoli dovrà lavorare su una maggior capacità di tenere alta la concentrazione fino al triplice fischio. Perché senza i gol incassati oltre il 90', l'Ascoli avrebbe chiuso il torneo a quota 50. Con quattro punti in più in classifica rispetto a quelli reali, un bottino prezioso per non arrivare a giocarsi la salvezza al fotofinish. Un Ascoli che ha subito ben 10 reti tra il 76' e il 90', solo Trapani (14) e Juve Stabia (11) ne hanno incassate di più nel quarto d'ora finale del match. Come se non bastasse, il Picchio ha raccolto per ben 6 volte la palla in fondo al sacco in pieno recupero: sei reti arrivate negli scampoli conclusivi della gara, anche in questo caso l'Ascoli è al terzo posto nella poco ambita classifica dietro a Livorno (8) e Pisa (7). Per un totale di sedici gol subiti nel finale, alcuni dei quali come detto costati punti molto preziosi per la graduatoria di Leali e compagni. La rete di Zigoni del Venezia (87') è valso l'unico pareggio casalingo della squadra guidata da Zanetti e ha vanificato il vantaggio bianconero timbrato da Da Cruz su rigore. Il Pescara ha ammutolito il Del Duca nella gara d'andata con due gol arrivati nel finale: vantaggio di Galano all'87' e raddoppio di Busellato al 94'. Il Picchio è stato in grado di subire gol al 94' anche dal portiere della Juve Stabia, con il 2-2 finale timbrato Provedel che ha privato i bianconeri di una vittoria praticamente fatta. Altrettanto pesanti sono state le reti subite da Paganini del Frosinone (91') e La Gumina dell'Empoli (93'): due macigni che sono valsi le brucianti sconfitte in trasferta per 2-1 contro ciociari e toscani. Pur volendo considerare solo i gol decisivi subiti oltre il 90', ecco che l'Ascoli ha lasciato per strada ben quattro punti: senza quelle reti i bianconeri avrebbero agevolmente chiuso il torneo a quota 50, evitando di dover soffrire fino all'ultimo minuto dell'ultima gara per brindare alla salvezza. 

Sezione: News / Data: Mer 12 agosto 2020 alle 13:00 / Fonte: Corriere Adriatico
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print