Nella giornata di oggi, il presidente bianconero Carlo Neri​​​​​​, è stato intervistato dal portale irpino Orticalab.it. ​​​​​​

Si è parlato molto della questione stadio, di cui il presiente Neri se ne sta occupando di prima persona con la collaborazione del sindaco Fioravanti e il comune.

Ecco le sue parole:

«Ascoli saluterà per sempre la pista d’atletica ed avrà presto uno stadio all’inglese nuovo di zecca con gli spalti molto più vicini al terreno di gioco. L’amministrazione Comunale si è sobbarcata la realizzazione della Tribuna Est e l’abbattimento della Curva Sud, ora tocca a noi provvedere al resto e lo faremo con un sistema nuovo, simile al project financing. Ci sarà una terza entità che finanzierà l’attività e noi, come società, troveremo il modo di ripagare negli anni il mutuo. Come lo faremo? Con i ricavi che vengono dal calcio, che purtroppo per l’emergenza Covid sono pari a zero, e con tutta una serie di attività che faranno il bene di Ascoli e dell'Ascoli. 

E’ impensabile pensare di ripagare le spese solo con venti eventi sportivi all'anno, lo stadio sarà aperto per 12 mesi e quando sarà possibile ospiterà eventi musicali, riunioni e tutto ciò che può suscitare l’interesse della comunità. Ci saranno delle superfici commerciali dedicate al mondo dello sport, al fitness, alla salute ed il progetto prevede anche la realizzazione di una piscina e di una palestra. Ovviamente tutto supportato da un sistema di food and baverage moderno sia per chi occupa gli spalti, sia per chi vorrà usufruire del resto delle strutture. 

Le tecniche utilizzate sono veramente all’avanguardia - continua il numero uno Neri - tutto sarà effettuato in sicurezza perché non dimentichiamo che l’Ascoli dovrà utilizzare il terreno di gioco per le partite. Alla fine avremo un impianto da sedicimila posti adatto alla Serie A che, ripeto, sarà riempito di eventi. E’ questa l’idea che è stata sposata appieno da Massimo Pulcinelli, Patron Ascoli Calcio e dal sindaco Fioravanti».

Sezione: Focus / Data: Lun 14 settembre 2020 alle 18:03 / Fonte: Orticalab.it
Autore: Manuel Baiocchi
Vedi letture
Print