Prima vittoria in campionato per l’Ascoli che, dopo prestazioni buone ma poco fruttuose, ieri sera ha raccolto anche itrepunti contro una Reggiana battuta 2-1 ma che nel finale stava per completare la rimonta. E’ tornato il pubblico al Del Duca; mancava dal 7 febbraio e, seppur tenue, è un segnale di ripresa.Unapartita segnata dalla vigilia agitata in casa Reggiana a causa delle positività al Covid dell’allenatore Alvini, dei giocatori Lunetta, Muratore e Rossi, di due membri dello staff, tutti rimasti a casa. La società ha comunque scelto di scendere in campo e non spendere quindi la possibilità di chiedere il rinvio del match, come il protocollo avrebbe consentito. Doppio tampone per tutti ieri e tutti negativi. Difesa in emergenza, poca scelta a centrocampo e la certezza Mazzocchi in attacco per il tecnico Montagnolo che ha sostituito Alvini in panchina. Bertotto ha confermato l’undici schierato inizialmente a Frosinone pur modificando lo schema tattico. Non più 4-3-3, ma un 4-2-3-1 con Bajic, il più avanzato.

Col turbo L’avvio è nel segno di Sabiri che, dopo un tunnel a un avversario, ha puntato l’area ospite costringendo al fallo Espeche e al 5’ ha segnato il conseguente rigore portando in vantaggio l’Ascoli.I bianconeri hanno dominato a sinistra con Kragl, hanno presidiato il centrocampo con Saric che recuperava palla e Sabiri rapido a dettare la ripartenza con giocate eleganti, ma non sempre concrete; è anche per lui l’invito di Bertotto a giocare semplice. La Reggiana ha provato a spingersi in avanti con Voltan e Mazzocchi, ma è nella propria metà campo che gli emiliani hanno gestito male palla. Al 25’, su disimpegno sbagliato, hanno subìto il 2-0 con un tiro dal limite di Bajic, alla sua prima rete in Italia.

Le mosse Montagnolo in avvio di ripresa ha provato a cambiare qualcosa affidandosi a Zampano e Marchi, per Zamparo e Libutti. Ma è stato ancora Ascoli con un sinistro a giro di Chiricò che ha centrato il palo. Il secondo tempo è scivolato via fra cambi, pochi sussulti e qualche fallo di troppo, con la Reggiana che non sembrava in grado di poter rientrare inpartita.C’è riuscita però nel finale grazie al gol al 45’ di Mazzocchi innescato da Kargbo che nel recupero è andato in gol, annullato però per il fuorigioco precedente di Mazzocchi che ha tentato la giocata. Un brivido enorme per i bianconeri che hanno portato comunque a casa i tre punti

Sezione: Rassegna Stampa / Data: Mer 21 ottobre 2020 alle 12:00 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print