Vittoria importante, anzi importantissima per l'Ascoli che riesce a sconfiggere il Vicenza in una partita che il Picchio non poteva permettersi di fallire. Dopo la brutta prestazione offerta contro il Cosenza, i bianconeri erano chiamati ad una reazione che è arrivata puntuale. Dionisi e Sabiri hanno firmato i gol che consentono all'Ascoli di conquistare tre punti vitali e portarsi adesso in zona playout.

Proprio il rientro di Dionisi è stato determinante. L'attaccante bianconero segna un gol da attaccante vero ed il suo rientro si fa sentire eccome. L'attacco bianconero con lui in campo ha un peso diverso. Solo la sua presenza crea apprensione alle difese avversarie. Contro il Vicenza arriva un altro gol, il quinto in bianconero e pesantissimo perchè sblocca una gara che l'Ascoli doveva assolutamente vincere.

Il raddoppio è di Sabiri, l'uomo che si accende ad intermittenza. Sabiri finora ha offerto prestazioni splendide ed altre troppo opache. Oggi era in giornata si e si è visto. Le sue qualità possono essere l'arma in più dell'Ascoli in questo rush finale.

Ma quello che contava, alla fine, era che l'Ascoli ritornasse a vincere. Il ritiro è servito. Dopo la deludente prova di Cosenza, la squadra di Sottil ha risposto non solo perchè ha vinto, ma per l'atteggiamento offerto dalla squadra che è sceso in campo con una mentalità completamente diversa da quella vista al Marulla. 

La strada da percorrere è questa, adesso serve però continuità. Con un filotto di risultati positivi l'Ascoli può puntare alla salvezza diretta. Le condizioni per riuscirci ci sono tutte, ma basta cali di attenzione, adesso non si può più scherzare. 

Sezione: Editoriale / Data: Lun 05 aprile 2021 alle 17:06
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print