Se Scamacca è la nota positiva del reparto avanzato, che lunedì è stato opposto al Pescara, non si può certo dire la stessa cosa degli altri due attaccanti. Alessio Da Cruz e Nikola Ninkovic, due giocatori dal carattere particolare in campo e fuori. Ninkovic in particolare sembra irriconoscibile: Cosa sta succedendo al giocatore serbo? Una domanda che in molti si stanno ponendo, se prima il ragazzo era criticato per i suoi atteggiamenti ribelli ma in campo era il valore aggiunto, adesso sta deludendo anche dal punto di vista del gioco, lui stesso ne è consapevole e si innervosisce. Certo è che dalla tribuna est spesso i giocatori, che sbagliano le giocate, ma anche in fase di riscaldamento, vengono bersagliati da rimproveri a volte anche insulti. Il giocatore ha sposato la causa bianconera, ma a volte si lascia andare a gesti che poi minano anche la sua serenità come quando ha preso a pugni la panchina a Cremona o quando lunedì scorso si è tolto la fascia di capitano sotto la Curva Nord. Nelle ultime giornate di campionato il fantasista sta deludendo tnon per questioni di moduli o tattiche, visto che sta giocando come sempre, ovvero libero di muoversi in tutto il reparto d'attacco, bensì di una questione mentale. La speranza è che Nikola ritrovi la tranquillità e torni ad essere quel giocatore determinante che era, e non un peso per l'attacco bianconero.

Sezione: Focus / Data: Mer 09 ottobre 2019 alle 10:00 / Fonte: Corriere Adriatico
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print